Si può usare la farina d’avena per rimuovere i punti neri?

La farina d’avena è più di un semplice cereale per la prima colazione – il grano ricco di sostanze nutritive è sicuro da utilizzare topically per beneficiare di una serie di condizioni cutanee, inclusi i punti neri e la pelle sensibile e irritata. La farina d’avena lavora come un dolce detergente naturale e esfoliante, allentando i pori intasati che portano a punti neri. Inoltre contiene potenti antiossidanti e fornisce moderate proprietà antiinfiammatorie. Utilizzare la farina d’avena da solo o con altri ingredienti naturali per fare una varietà di trattamenti facciali. Lavare sempre le mani e il viso prima di applicare la farina d’avena al viso, quindi sciacquare la farina d’avena con acqua tiepida.

Cuocere un lotto di farina d’avena secondo le indicazioni riportate sull’etichetta e lasciarlo raffreddare finché non sia comodo toccare. Agitare la farina d’avena sul viso, ma evitare la zona sensibile intorno agli occhi. Immergere un panno pulito e morbido in acqua tiepida, quindi estrarre l’acqua in eccesso e posare il panno caldo sopra il tuo viso. Attendere 15-20 minuti, quindi sciacquare.

Combinate la farina d’avena cruda e il yogurt semplice e basso contenuto di grassi per fare una maschera facciale delicata. Utilizzare circa 3 cucchiai di yogurt e 2 cucchiai di farina d’avena, quindi mescolare in una spremuta di succo di limone e qualche goccia di olio d’oliva. Smooth la miscela sopra la vostra pelle e lasciarlo per 5 a 7 minuti prima di risciacquare.

Crea un exfoliant dolce miscelando parti uguali di farina d’avena e mandorle, poi polverizzate sia in un frullatore, un processore alimentare o un macinacaffè. Mettere una piccola quantità di miscela in mano e aggiungere alcune gocce d’acqua per creare una pasta. Massaggiate la pasta dolcemente nella vostra pelle, poi sciacquate.