Reazione allergica alla tintura dei capelli e alla testa di prurito

Milioni di donne e uomini utilizzano tinture per migliorare, aggiornare o modificare il loro aspetto. La maggior parte delle persone tollera la tintura dei capelli senza un problema, ma può causare una reazione in alcuni utenti. Queste reazioni, note come dermatite da contatto, sono dovute a vari prodotti chimici in diversi tipi di coloranti per capelli. I sintomi includono arrossamento del cuoio capelluto, lividi, prurito, bruciore o stinging. La dermatite da contatto causata da tinture per capelli può essere dovuta all’irritazione chimica diretta del cuoio capelluto o una reazione allergica. Poiché la dermatite da contatto irritante e allergica causa spesso gli stessi sintomi, spesso è necessario test medici per determinare se si ha un’allergia alla tintura dei capelli.

Colpevoli chimici

La parafenilendiammina (PPD) è un ingrediente fondamentale nella maggior parte dei coloranti permanenti e semipermanenti dei capelli. È anche la causa più comune di una reazione allergica alla colorazione dei capelli. Ci sono coloranti per capelli senza PPD, che spesso contengono una sostanza chimica alternativa chiamata para-toluenediammina solfato (PTDS). Tuttavia, un numero significativo di persone che sono allergiche al PPD reagiscono anche a PTDS, secondo uno studio pubblicato nel luglio-agosto 2011 di “Dermatite”. Altre sostanze chimiche nelle tinture per capelli – come l’ammoniaca, il perossido e vari profumi e pigmenti – possono anche innescare l’infiammazione e la prurito del cuoio capelluto a causa di un’irritazione diretta o di una reazione allergica.

Sintomo Severità e timing

I sintomi di una reazione allergica alla tintura dei capelli possono svilupparsi entro 1 – 48 ore di applicazione. La rossore accompagnata da bruciore, stordimento e prurito tipicamente predominano e di solito sono più evidenti alla linea dei capelli e alla nuca del collo. Questi sintomi possono variare da lievi a gravi e possono essere accompagnati da gonfiore intorno agli occhi. Blister può svilupparsi con reazioni gravi. Sebbene rari, un’allergia alla tintura dei capelli può causare una reazione pericolosa per la vita chiamata anafilassi, con sintomi quali la difficoltà di respirazione, la tenuta della gola, la malinconia e l’orticaria diffusa, tra gli altri.

Trattamento e follow up

Fintanto che non ci sono altri sintomi presenti, dolore cutaneo delicato e prurito legato alla tintura dei capelli può essere spesso gestito a casa. Lavare i capelli con un leggero shampoo rimuoverà qualsiasi tintura residua dei capelli sul cuoio capelluto. Un antistaminico over-the-counter come la difenhydramina (Benadryl) potrebbe aiutare con prurito del cuoio capelluto, ma può causare sonnolenza. Evitando l’uso di un asciugacapelli e degli strumenti e dei prodotti per alcuni giorni, il tempo del cuoio capelluto si guarisce senza ulteriori irritazioni. Consultare il proprio medico se ha irritazione del cuoio capelluto legato alla tintura per capelli che persiste per più di 2 giorni o è grave. Cercare assistenza medica di emergenza se si sviluppa difficoltà respiratorie o altri sintomi di anafilassi.

Prevenzione

I produttori di tinture per capelli raccomandano una prova di pelle spot 48 ore prima di applicare il prodotto ai capelli. Ciò comporta la mescolanza di una piccola quantità di prodotto e di applicarla ad un’area come l’interno del gomito o dietro l’orecchio, permettendo che si asciughi e osservi una reazione cutanea. Se non si verifica alcuna reazione, è improbabile che il prodotto innesca una reazione allergica quando viene utilizzata sui capelli. La prova della pelle a punti prima dell’uso della tintura per capelli è particolarmente importante se hai precedentemente provato una reazione al colore dei capelli, presenta altre allergie o vive con una condizione della pelle a lungo termine come eczema o psoriasi. Inviato da: Tina M. St John, MD