Periodi anomali dopo il parto

I cicli mestruali cessano durante la gravidanza. Dopo la nascita di una donna, i cicli mestruali non possono verificarsi allo stesso intervallo o durare la stessa quantità di tempo che hanno fatto prima della gravidanza. Alcune donne sperimentano anche un cambiamento nel flusso mestruale, con periodi che diventano più leggeri o più pesanti. Il tempo necessario per iniziare la mestruazione dopo la nascita varia anche. In alcune donne, il sanguinamento postpartum ritardato può essere scambiato per un periodo anormale.

Definizione

Il sanguinamento si verifica fino a sei settimane dopo la nascita, poiché l’utero torna alla dimensione normale e la spessa densità delle normali protezioni dell’utero. Sanguinamento post-partum inizia il rosso intenso per i primi giorni e poi diventa rosa o brunastro per la prossima settimana. Dopo due settimane, l’emorragia si trasforma in una scarsa emissione di crema o giallastro per le prossime cinque settimane. Questo non è sanguinamento mestruale. Le donne che non allattano normalmente riprendono il ciclo mestruale entro sette-nove settimane, mentre le donne che allattano non possono avere un periodo fino a sei mesi, afferma l’istruttrice infermieristica Nan Anderson del Calhoun Community College.

Le cause

Gli squilibri ormonali si verificano spesso nei primi mesi dopo il parto. I periodi possono essere irregolari e pesanti del normale per i primi tre o quattro mesi dopo la consegna. L’ovulazione, il rilascio di un ovulo dall’ovaio che può portare ad un’altra gravidanza, può avvenire non appena 27 giorni dopo il parto e di solito si verifica entro i primi due mesi in donne in non-allattamento, quindi un’altra gravidanza potrebbe causare una mancanza di mestruazioni anche Mesi o due dopo la consegna. L’allattamento al seno elimina l’ovulazione e la mestruazione per un massimo di sei mesi. La emorragia postpartum ritardata, che si verifica in circa l’1 per cento delle donne, secondo Babycenter, può verificarsi fino a 12 settimane dopo il parto e potrebbe essere scambiata per un periodo anormale.

Diagnosi

Anormalmente leggeri, pesanti, corti o altrimenti diversi dai periodi normali sono la regola piuttosto che l’eccezione per i primi mesi dopo la nascita. Se i periodi anormali persistono per più di tre o quattro mesi o se le mestruazioni non riprendono entro diversi mesi dalla data di nascita in una donna non allattamento, una visita a un medico può essere in ordine, il servizio sanitario nazionale consiglia.

Trattamento

La gravidanza e il parto causano una serie di cambiamenti ormonali. Ci vuole tempo per tornare alla normalità del corpo. Tuttavia, i trattamenti per regolamentare i livelli ormonali, come le pillole per il controllo delle nascite, possono aiutare a riportare le cose al normale nelle donne che non nutrono. Le donne che allattano non devono assumere contraccettivi orali, avverte l’NHS. Se si verifica una emorragia postpartum ritardata, il trattamento della causa interrompe l’emorragia anormale.

considerazioni

Mentre i periodi irregolari, assenti o altrimenti anormali nei primi mesi dopo la consegna possono essere fastidiosi, sono raramente nocivi in ​​alcun modo. Tuttavia, se i coaguli o sanguinamenti molto pesanti si verificano improvvisamente poche settimane dopo la consegna, una parte della placenta o della fodera dell’utero non può essere passata normalmente o infezione da utero potrebbe essere presente. Il passaggio di coaguli o sanguinamenti che satura un tampone sanitario un’ora merita una ricerca immediata, avverte Breastfeeding.com.