Daycare rispetto al genitore a casa

Molti genitori lottano con la questione se soggiornare in casa con i loro figli o metterli in daycare mentre lavorano. Molti sono su entrambi i lati della recinzione quando si tratta di giudicare quale situazione sia nel migliore interesse dei bambini. Le famiglie potrebbero credere che i loro figli si sviluppino meglio socialmente e maturano bene in un ambiente di cura quotidiana, mentre altre famiglie credono che sia necessario un genitore di soggiorno a casa per una corretta educazione dei bambini.

considerazioni

Le finanze sono spesso una considerazione importante per decidere se avere un genitore a casa o per spedire un bambino all’assistenza. A volte, i genitori non possono permettersi che uno di loro rimanga a casa con un bambino, mentre altre famiglie trovano un’assistenza quotidiana di qualità costosa per permettersi anche con entrambi i genitori che lavorano. L’Ufficio del Censimento degli Stati Uniti riferisce che, a partire dal 2013, il costo della cura quotidiana è quasi raddoppiato negli ultimi 25 anni. Circa il 7 per cento del reddito familiare è spesa per la cura dei bambini. Un’altra preoccupazione può essere la distanza di una buona assistenza all’infanzia. Se è troppo lontano da casa o da lavoro, i genitori possono essere riluttanti a mandare il loro bambino al centro. Ci sono anche considerazioni emotive da prendere in considerazione, come la disposizione del bambino. Alcuni bambini si adattano più facilmente alle situazioni di daycare rispetto agli altri.

Benefici

I benefici della cura quotidiana sono numerosi come sono i vantaggi della parentela di soggiorno a casa. Il daycare può spesso fornire un ambiente meraviglioso per le preziose attività di arricchimento nell’arte, nella natura e nei giochi, che possono aumentare le abilità sociali, l’intelligenza e le abilità cognitive, secondo il dottor Phil. I bambini che frequentano un’assistenza quotidiana di elevata qualità tendono a segnare più alti sulle misure di realizzazione cognitiva e accademica, afferma Psych Central. La frequenza del daycare inoltre favorisce l’indipendenza nei bambini, che imparano a fare molte cose per se stessi presto. La parentela di soggiorno a casa consente un ottimo legame tra genitori e figli, rendendo il bambino sicuro, felice e fiducioso nel suo ambiente. L’uno su uno (o un rapporto leggermente aumentato se c’è più di un bambino) può essere importante per rendere il bambino sentito speciale e amato.

svantaggi

Anche se ci sono molti vantaggi di entrambe le situazioni di cura dei bambini, ci sono anche dei problemi. I bambini che frequentano la cura quotidiana spesso catturano molti raffreddori e altre malattie dovute ad essere esposti a più germi di quelli che vivono a casa. I bambini di daycare possono anche trascorrere molte ore lontano da casa, che può essere faticoso e frustrante. Uno studio sulla cura dei bambini anziani dell’Istituto Nazionale per la Salute dei Bambini e lo Sviluppo Umano ha dimostrato che più tempo i bambini trascorrono nell’assistenza quotidiana, l’interazione meno positiva tra madre e figlio. Ci sono svantaggi anche per la parentela parentale. I bambini non possono imparare le abilità sociali che i loro coetanei in età avanzata raggiungono in età precoce. Questi bambini non possono maturare rapidamente e possono soffrire di ansia di separazione più tardi quando devono iniziare la scuola, secondo Kids Health. I genitori che rimangono sempre a casa possono anche difficoltà a volte. I genitori che trascorrono 24 ore al giorno prendersi cura dei bambini spesso si affaticano e si sentono socialmente isolati da altri adulti.

Questioni sociali

La società prende le parti sul problema di lavoro e di rimanere a casa. Ci sono quei tradizionalisti che credono che un genitore, di solito una madre, dovrebbe rimanere sempre a casa per “sollevare” i propri figli piuttosto che lasciarli trascorrere molte ore al giorno in una cura quotidiana. Altri segmenti della società credono che i genitori dovrebbero lavorare e che un genitore di soggiorno a casa sia pigro o non ambizioso. Molte persone pensano che i bambini hanno bisogno di socializzazione e istruzione precoce piuttosto che semplicemente rimanere a casa. Le famiglie spesso sentono la pressione sociale in entrambe le direzioni quando si decide di lavorare fuori casa o di casa a genitore. Judith Warner ha scritto “Perfect Madness: la maternità nell’età dell’ansia”, che parla di come le molte mamme strappate stanno lavorando. Mentre un gran numero di mamme vuole che possano avere il meglio di entrambi i mondi e lavorare solo part-time, semplicemente non può permettersi.

Compromesso

Per coloro che pesano i pro ei contro del lavoro rispetto al rimanere a casa, può esserci un compromesso che funziona per loro. Molti genitori scelgono di lavorare part-time e di mettere i propri figli in daycare in misura limitata. Molti programmi per la cura dell’infanzia offrono programmi di part-time e programmi di “madre di mattina” per soddisfare le esigenze di queste famiglie.