Caffeina e grumi del seno

Molte donne sono affette da cisti del seno benigne o non cancerose. Ci sono molti fattori che possono contribuire a questo problema, inclusi l’età, gli ormoni e alcuni fattori alimentari, come l’uso della caffeina. Le donne devono essere consapevoli dei sintomi dei grumi del seno benigni e sapere come distinguerli dai grumi che devono essere valutati con maggiore attenzione da un medico.

Identificazione

Anche se la caffeina non causa direttamente grumi del seno benigni, le sue grandi quantità possono causare fluttuazioni dei livelli ormonali, che possono essere causa di cisti e dolori al seno. Anche se le cisti della fibra benigna legate all’uso della caffeina sono non cancerose, possono essere molto scomodi, oltre che provocare preoccupazione per una donna che soffre di loro.

Significato

Circa il 30 per cento delle donne in America ha malattie del seno fibrocystic, come riportato da Healthy.net. Le caratteristiche di questa condizione benigna sono grumi rotondi con bordi ben definiti che si muovono liberamente all’interno del seno. Questi grumi sono spesso teneri quando si toccano. I sintomi sono spesso peggiori proprio prima della mestruazione e facilitano una volta che il periodo della donna ha cominciato. È particolarmente comune nelle donne che si trovano nei loro 30 anni e 40 anni successivi.

considerazioni

Oltre a ridurre la caffeina da caffè, tè, bibite e cioccolato, altre azioni che possono essere prese per ridurre o prevenire le cisti del seno sono quella di mangiare una dieta a fibra alta e consumare più frutti di mare. Alcune vitamine e minerali potrebbero anche aiutare, come la vitamina A, la vitamina E e lo iodio.

Prevenzione / Soluzione

Gli studi sul legame tra i grumi del seno benigno e la caffeina hanno mostrato risultati misti. Tuttavia, Medline Plus consiglia di evitare l’uso eccessivo della caffeina e di abbassare l’assunzione di grassi al fine di evitare variazioni fibro-cistiche all’interno del seno.

avvertimento

In caso di dubbi su un grumo di petto, è sempre meglio consultare un medico. Anche se 80-85 per cento di tutti i grumi del seno nelle donne, in particolare quelli di età inferiore ai 40 anni, risultano essere benigni, è meglio usare cautela. La maggior parte delle donne dovrebbe avere mammogrammi regolarmente dopo l’età di 40 anni. In generale, mammogrammi saranno raccomandati ogni due anni. Coloro che hanno una storia familiare di cancro al seno o che sono interessati dovrebbero chiedere al proprio medico per raccomandazioni specifiche. Le donne dovrebbero anche eseguire esami di auto mensili per valutare eventuali cambiamenti nei seni. Alcuni sintomi dovrebbero sempre garantire una visita al medico il più presto possibile, come perdita di peso inspiegabile, grumi armpiti, scarico del capezzolo e gonfiore del braccio. Anche le modifiche del capezzolo e dei grumi indolori con confini irregolari dovrebbero essere controllati ulteriormente.