Attività per un ritiro di pressione pari agli adolescenti

La pressione reciproca è qualcosa che ogni bambino, soprattutto gli adolescenti, affronta, sia direttamente dagli amici che dai colleghi, e anche indirettamente quando vedono che altre persone fanno qualcosa. Molti adolescenti lottano per resistere alla pressione negativa dei peer e talvolta darsi perché non sanno come dire no, senza perderti perdere gli amici o essere considerati “inculcati”. Organizzare un ritiro di pressione pari a un gruppo di ragazzi conosciuti o lavorare con attività che aiutino gli adolescenti a comprendere e identificare la pressione dei pari e le modalità migliori per combatterlo.

Attività dimostrative

Un modo per introdurre l’argomento della pressione reciproca è quello di creare esempi di come gli adolescenti possono facilmente cadere in pressione reciproca. Quando i ragazzi entrano per la prima volta, lasciarli mescolare, sedersi e chiacchierare tra di loro. Invia un teen fuori dalla stanza per andare a farti qualcosa. Quando lei lascia, racconta al resto del gruppo che questo è un esperimento e chiede loro di piegare le mani sulle loro testine e agire come se tutto fosse normale quando l’adolescente torna in camera. Se lei chiede cosa stanno facendo, basta scrollare le spalle e continuare ad agire normalmente. Guarda e aspetta di vedere cosa fa. Se fa quello che fanno tutti gli altri, puoi utilizzare questo come punto di partenza in una discussione su come gli adolescenti spesso fanno quello che fanno tutti gli altri, a volte senza interrogare la logica.

Identificazione della pressione di coppia

La pressione di coppia può essere positiva. Un gruppo di ragazzi che volontariamente in un rifugio locale ogni settimana può influenzare altri per fare lo stesso, per esempio. Per aiutare i bambini a identificare le differenze, scrivere un sacco di scenari o esempi di pressione negativa e positiva e collocarli in sacchetti di carta. Divide i ragazzi in coppia, ognuno riceve una borsa. I bambini devono separare rapidamente le carte negative e positive del peer pressure. La prima squadra a farlo vince. I punti bonus sono dati se possono trovare soluzioni per combattere gli scenari negativi di pressione pari a cui sono stati assegnati. Per un’altra attività, è possibile impostare una caccia agli scavatori con le carte dello scenario di pressione pari a tutte le parti dell’edificio. Ogni scenario è una pressione negativa o positiva. Una risposta sbagliata li porterà a una scheda che gli dice di tornare per iniziare. Una risposta corretta le porterà alla loro scheda di scenario successiva fino a quando non raggiungeranno la fine.

Attività di gioco del ruolo

Il gioco dei ruoli può essere un modo potente per mostrare agli adolescenti come resistere e evitare di situazioni di pressione pari. Mettere gli adolescenti in gruppi e assegnare ciascuno uno scenario di pressione pari a agire. Scegli gli scenari che sapete siano rilevanti per il gruppo di ragazzi con cui stai lavorando, sia che si tratti di una pressione reciproca per avere l’alcool in una festa o dare le risposte su un test ad amici che non hanno studiato. Incoraggiate i ragazzi a discutere di cosa pensavano di ogni skit, di ciò che è realistico e di ciò che potrebbe non essere. Se i ragazzi non sono d’accordo su come risolvere la situazione della pressione dei pari, chieda loro che cosa pensano sarebbe una soluzione migliore.

Attività creative

Avere un concorso in cui gli adolescenti devono venire con i modi più creativi di dire no alla pressione di pari. Può essere qualsiasi cosa, come venire con la scusa più ridicola per il motivo per cui non possono uscire e andare a una festa (cioè, il mio cane non può dormire senza di me e mi seguirà e come sarebbe stato incline, con lui slobbering oltre Tutti alla festa?). Potrebbe essere la risposta più sarcastica o un rap “no”. Incoraggiateli a lasciar perdere e essere il più creativo possibile. I ragazzi votano per i primi tre. Potete anche incoraggiare la pressione positiva attraverso le attività di team building dove i compagni di squadra devono incoraggiare l’altro. Stabilire un percorso di ostacolo impegnativo fuori, ma ogni squadra deve attraversare ogni sezione insieme e non può lasciare nessuno dietro, né andare per un’escursione impegnativa dove i ragazzi devono rimanere in contatto con l’altro in qualche modo e raggiungere il vertice insieme.